Vivi l’esperienza

20 dicembre 2019 | 3 maggio 2020

M9 Museo del ‘900 via Pascoli 11 Venezia Mestre

+ INFOVISITARE

Vivi l’esperienza

20 dicembre 2019 | 3 maggio 2020

M9 Museo del ‘900
via Pascoli 11 Venezia Mestre

VISITARE

ANTEPRIMA DOCUFILM

EVENTO SPECIALE AL CINEMA, 17-18-19 FEBBRAIO 2020

Produzione esecutiva: Next One Film Group
Prodotto e diretto da: Alessandra Bonavina

Rassegna stampa completa

La Mostra

Il 20 luglio del 1969 decollava l’Apollo 11 con a bordo i primi uomini che avrebbero camminato sulla Luna.

Partire alla scoperta dello spazio

Lunar City – Vivi l’esperienza, un vero e proprio viaggio alla scoperta dei misteri e delle curiosità della Luna e del sistema solare. Un’occasione unica per conoscere, attraverso un percorso video-fotografico e immersivo il passato, ma soprattutto il futuro, dell’esplorazione spaziale. Tra scatti e filmati originali realizzati durante le riprese del docufilm Lunar City, i visitatori potranno addentrarsi nei centri NASA, trovarsi sulle rampe di lancio e nei laboratori delle più importanti aziende aerospaziali italiane in cui si sta progettando il futuro dell’esplorazione umana nello spazio.

Partite Alla Scoperta dello Spazio

La mostra non ha un percorso di visita predefinito, ma sfida i suoi visitatori a scegliere liberamente l’ordine da seguire attraverso spazi avvolgenti e installazioni multimediali per avventurarsi tra i segreti del cosmo e vivere un giorno da astronauta. Due installazioni sfruttano la realtà virtuale come strumento per esplorare lo spazio: una proietta i visitatori all’interno del modulo europeo Columbus con la possibilità di camminare, prendere oggetti e lanciarli simulando la microgravità e persino di uscire a spasso nello spazio. Una seconda installazione fa sperimentare ai visitatori l’emozione di una camminata sulla Luna, fianco a fianco dei primi astronauti sbarcati sul suolo lunare in quella ormai mitica estate del 1969.

Tra Passato e Futuro

Non c’è futuro senza l’esperienza del passato, le missioni Apollo sono il primo passo dell’esplorazione futura.

La mostra raccoglie foto e riprese provenienti dal materiale originale degli archivi NASA, ESA, ASI e INAF per offrire un vero e proprio viaggio alla scoperta dei misteri e delle curiosità della Luna, tra giochi interattivi realtà virtuale e ricostruzioni di come sarà il futuro sulla luna, un’occasione unica per conoscere attraverso fotografie e filmati il passato e soprattutto il futuro dell’esplorazione spaziale.

Tra scatti e filmati originali realizzati durante le riprese del docufilm Lunar City, i visitatori potranno addentrarsi nei centri NASA, trovarsi sulle rampe di lancio e nei laboratori delle più importanti aziende aerospaziali italiane in cui si sta progettando il futuro dell’esplorazione umana nello spazio.

La sezione Lo stile italiano nello spazio ripercorre il contributo italiano alla realizzazione della Stazione Spaziale Internazionale (ISS), la casa comune dello spazio che da quasi venti anni orbita sulle nostre teste perennemente abitata.

Le immagini mostrano quanto le industrie del nostro paese, tramite il ruolo svolto da ASI, hanno fatto per la realizzazione di quella che forse è l’opera ingegneristica più complessa realizzata dall’uomo: un luogo per permettergli di abitare nello spazio.

INTRODUCING LUNAR CITY

Il secolo dello spazio. Cinquant’anni sono passati dallo sbarco dell’uomo sulla Luna: una data simbolica che però ben definisce il Novecento come il secolo della conquista dello spazio. Dall’alba dei tempi l’umanità si è interrogata sui misteri del cosmo, sia in senso filosofico che scientifico, sviluppando strumenti sempre più accurati per scrutare tra le stelle e i pianeti… Giampietro Brunello, presidente Fondazione di Venezia

1969-2019: più di una mostra. M9 – Museo del ’900 non poteva mancare l’appuntamento con l’anniversario del primo allunaggio, ricordando quell’estate che tenne il mondo incollato alla TV per seguire i primi passi dell’uomo sulla Luna. M9 lo ricorda a modo suo, utilizzando le specificità, i linguaggi, i modi di comunicare che gli sono propri e che lo distinguono dagli altri musei… Marco Biscione, direttore M9 – Museo del ’900

Lunar City. Ho sempre pensato allo spazio come a qualcosa lontano da noi finché, nel 2016, mi ci sono trovata completamente immersa con il primo docufilm di una trilogia, Expedition. La seconda pellicola, Lunar City, e l’ultima su Marte hanno ispirato profondamente questa mostra: non può esistere il futuro senza il presente, come non esiste il presente senza il passato… Alessandra Bonavina, curatrice

Luna domani. La conquista umana della Luna è tornata tra gli obiettivi possibili già da un ventennio. Un’opzione a cui si frapponevano diversi ostacoli. Anzitutto il sentire della comunità scientifico-spaziale, che riteneva questa scelta secondaria rispetto alla conquista umana di Marte, per il rischio che quest’ultima avventura venisse ulteriormente posticipata… Roberto Vittori, astronauta ESA

L’impresa più grande della Storia. Il 20 luglio 1969 segnò per l’umanità un balzo in avanti mai prima immaginabile. Quando Neil Armstrong divenne il primo uomo a posare un piede sulla Luna, l’impronta di quel passo rappresentò, non solo la simbolica vittoria degli Stati Uniti sull’Unione Sovietica ma anche la consapevolezza che l’era spaziale avrebbe avuto al centro l’essere umano più che la robotica… ASI, Agenzia Spaziale Italiana

Il secolo dello spazio

Cinquant’anni sono passati dallo sbarco dell’uomo sulla Luna: una data simbolica che però ben definisce il Novecento come il secolo della conquista dello spazio. Dall’alba dei tempi l’umanità si è interrogata sui misteri del cosmo, sia in senso filosofico che scientifico, sviluppando strumenti sempre più accurati per scrutare tra le stelle e i pianeti. Ma solo nel Novecento un immenso, vorticoso, sviluppo scientifico e tecnico ha trasformato in realtà il sogno di esplorare l’Universo. Un museo del Novecento non può esimersi dal raccontare le missioni nello spazio, o le conquiste della medicina o le grandi rivoluzioni tecnologiche che hanno plasmato l’immaginario e la vita quotidiana del tempo presente. Non c’è dunque esposizione migliore di Lunar City. Vivi l’esperienza – con il suo viaggio tra passato, presente e prossimi orizzonti dell’avventura spaziale – per declinare l’attenzione di M9 per le grandi acquisizioni della conoscenza umana in questo campo. Come M9 è più di un museo, Lunar City è più di una mostra. Sono percorsi immersivi che coinvolgono persone di tutte le età in un processo educativo e formativo basato sulla scoperta e sull’emozione. La scelta di partner scientifici importanti, come l’Agenzia spaziale italiana, l’Istituto nazionale di astrofisica, la Nasa, conferma e rafforza l’impegno della Fondazione di Venezia negli ambiti della divulgazione e della diffusione del pensiero scientifico. Come Fondazione, attraverso il museo M9, ci siamo posti l’obiettivo di contribuire allo sviluppo di una cultura a tutto tondo, per contribuire alla formazione di cittadini del futuro che, con consapevolezza e capacità di analisi, siano in grado di esplorare con pari curiosità ambiti del sapere diversi. | Giampietro Brunello, presidente Fondazione di Venezia

1969-2019: più di una mostra

M9 – Museo del ’900 non poteva mancare l’appuntamento con l’anniversario del primo allunaggio, ricordando quell’estate che tenne il mondo incollato alla TV per seguire i primi passi dell’uomo sulla Luna. M9 lo ricorda a modo suo, utilizzando le specificità, i linguaggi, i modi di comunicare che gli sono propri e che lo distinguono dagli altri musei. Lunar City. Vivi l’esperienza non è infatti una mostra nel senso convenzionale del termine, non presenta oggetti e opere da guardare ma è – nello spirito di M9 – un’esperienza immersiva da vivere. Realtà virtuale, realtà aumentata, giochi interattivi, immagini e filmati vogliono portare il pubblico a condividere l’esperienza degli astronauti che vivono in assenza di gravità nella navicella Columbus, a pilotare con loro il LEM – il famoso modulo lunare – nel difficile allunaggio, e ad accompagnarli nella passeggiata sulla superficie lunare. L’esperienza Lunar City non è solo una rievocazione del passato. Come per il resto del Museo, partiamo dal passato per raccontare anche il presente e per dare uno sguardo al prossimo futuro, quando la Luna potrà vedere una presenza umana più continua, quando il nostro satellite diventerà la base per l’esplorazione del sistema solare, quando l’uomo tenterà di raggiungere altri pianeti. M9 è un museo che dovrà sempre rinnovarsi; anche Lunar City sarà un’esposizione in divenire, si arricchirà di eventi e di altre esperienze, aggiornerà i suoi contenuti nel corso del periodo di apertura, tenendo anche conto che il 2020 sarà l’anno di Marte. Lunar City non è solo un’esposizione sulle conquiste tecniche e tecnologiche dell’uomo realizzata grazie alla collaborazione con le più importanti istituzioni scientifiche italiane: ma è anche e soprattutto una finestra sull’incontenibile spinta dell’umanità a superare i propri confini e spingere sempre oltre l’orizzonte della propria conoscenza. | Marco Biscione, direttore M9 – Museo del ’900

Lunar City

Ho sempre pensato allo spazio come a qualcosa lontano da noi finché, nel 2016, mi ci sono trovata completamente immersa con il primo docufilm di una trilogia, Expedition. La seconda pellicola, Lunar City, e l’ultima su Marte hanno ispirato profondamente questa mostra: non può esistere il futuro senza il presente, come non esiste il presente senza il passato. Le missioni Apollo hanno permesso di progettare il futuro dell’esplorazione umana dello spazio. Per questo motivo nell’allestimento ho preferito seguire un percorso che non fosse né tradizionale, né cronologico: divulgazione scientifica, multimedialità e nuove tecnologie si incontrano. Per quanto possibile ho voluto avvicinare le persone allo spazio e alla scienza in modo comprensibile, utilizzando linguaggi nuovi e condividendo la mia esperienza esclusiva per farla diventare patrimonio comune per tutte le nuove generazioni. | Alessandra Bonavina, curatrice

Luna domani

La conquista umana della Luna è tornata tra gli obiettivi possibili già da un ventennio. Un’opzione a cui si frapponevano diversi ostacoli. Anzitutto il sentire della comunità scientifico-spaziale, che riteneva questa scelta secondaria rispetto alla conquista umana di Marte, per il rischio che quest’ultima avventura venisse ulteriormente posticipata. Poi l’aspetto economico: portare l’uomo sulla Luna avrebbe comportato un dispendio di risorse che sarebbe dovuto essere frutto di una grande collaborazione internazionale, come era successo per la Stazione Spaziale Internazionale (ISS), ma senza che si fossero ancora ben compresi gli eventuali benefici. Negli ultimi tre anni il mondo si è capovolto. Da un lato, si è capito che Marte è ancora lontano e serve ancora tanta robotica prima di una missione umana, e dall’altro, soprattutto, lo spazio è diventato un business. Nel settore sono infatti entrati i privati. Il loro ingresso, impensabile fino a pochi anni addietro, ha trasformato lo spazio in un luogo abituale per aziende di ogni settore e trasformandolo in una grande risorsa economica grazie alle numerosissime opportunità che il settore sta offrendo nelle sue varie componenti di up-stream, mid-stream, down-stream. Oggi la Luna è il domani dell’economia, ma anche un passo avanti per la conquista umana di Marte. L’uomo dovrà confrontarsi con la permanenza in un ambiente lontano 400mila km dalla Terra, con sfide tecnologiche e scientifiche assai difficili, molto di più di quelle significative, ma meno impegnative, della ISS. Tuttavia, l’uomo sulla Luna dovrà molto al lavoro fatto sulla ISS e l’uomo su Marte dovrà molto al lavoro che sarà svolto sul nostro satellite. | Roberto Vittori, astronauta ESA

L’impresa più grande della Storia

Il 20 luglio 1969 segnò per l’umanità un balzo in avanti mai prima immaginabile. Quando Neil Armstrong divenne il primo uomo a posare un piede sulla Luna, l’impronta di quel passo – oggi un’icona nell’immaginario popolare – rappresentò, nel clima della Guerra fredda, non solo la simbolica vittoria degli Stati Uniti sull’Unione Sovietica, ma anche la compiuta consapevolezza che l’era spaziale, la nuova era aperta un decennio prima con il lancio dello Sputnik, avrebbe avuto al centro l’essere umano più che la robotica. Sono passati cinquant’anni da allora e l’uomo non è più tornato sulla Luna. Ma ha fatto di più: ha abituato sé stesso a vivere nello spazio. Dalle prime stazioni spaziali orbitanti degli anni ’70, il genere umano, non più competendo ma alleandosi, ha compiuto l’impresa ingegneristica più grande della storia: ha realizzato la Stazione Spaziale Internazionale. Da quasi vent’anni quella stazione ospita permanentemente rappresentanti del genere umano, fornendo molte informazioni utili per permettere all’uomo di tornare sulla Luna. Questa volta per restarci. Dall’inizio dell’era spaziale – appena cinquant’anni nella storia dell’umanità – scienza e tecnologia hanno subito un’accelerazione eccezionale se paragonata ai progressi compiuti nei 500 anni precedenti, che pur hanno conosciuto Galileo, Copernico, Newton, la rivoluzione industriale e la teoria della relatività. Grazie a ciò, oggi siamo pronti: per tornare a toccare il suolo lunare. Animati dallo stesso sogno che ha alimentato le missioni Apollo, ma dotati di strumenti più avanzati. State per iniziare un viaggio tra passato, presente e futuro che vi porterà dall’orbita terrestre alla Luna. E oltre. | ASI, Agenzia Spaziale Italiana

Scarica bruchure PDF | 1 MB

VISITARE LA MOSTRA LUNAR CITY

1969-2019: più di una mostra. Un emozionante viaggio alla scoperta dei misteri e di come sarà il futuro sulla luna e dell’esplorazione spaziale.

20 dicembre 2019 | 3 maggio 2020

M9 – Museo del ‘900

Via Pascoli 11 – Venezia Mestre

Un’esperienza da vivere

1. LO STILE ITALIANO NELLO SPAZIO – Scopri il contributo italiano alle avventure spaziali attraverso le foto dell’ASI.
2. LUNAR CITY – Vivi il dietro le quinte del docufilm Lunar City e un vero giorno da astronauta!
3. A SPASSO TRA I PIANETI – Una ricostruzione artistica del nostro sistema solare per vagare tra i pianeti.
4. SALI A BORDO! – Immergiti nella realtà virtuale per salire a bordo della navicella Columbus e camminare sul suolo lunare.
5. A SPASSO SULLA LUNA! – Indossa i visori e scendi sul suolo lunare con gli astronauti dell’Apollo.
6. SPACE TRAVELLERS – Laboratori extra per scuole e famiglie, esperimenti per tutti.
7. A SPASSO NELLA STORIA – Emozionati con le immagini e le voci del primo uomo sulla Luna.
8. SERRA SPAZIALE – Sei capace di far sopravvivere delle piante fuori dall’atmosfera terrestre?
7. A SPASSO NELLA STORIA – Emozionati con le immagini e le voci del primo uomo sulla Luna.
8. SERRA SPAZIALE – Sei capace di far sopravvivere delle piante fuori dall’atmosfera terrestre?
9. LA TERRA VISTA DALLO SPAZIO – Guarda il nostro pianeta con gli occhi degli astronauti della NASA.
10. METTITI ALLA PROVA – Quanto ne sai di missioni spaziali e viaggi nel cosmo? Scoprilo con i giochi interattivi di questa sezione.
11. UN SALTO NEL FUTURO – Imagina come potrebbe essere la prima colonia sulla luna e l’arrivo dei primi uomini su Marte.
12. A UN PASSO DALLA LUNA – Cammina sulla superficie lunare e tocca le rocce come i primi astronauti.

Mostra organizzata da

Con il patrocinio di

In collaborazione con

In collaborazione con

M9museum.it

FB @M9museum

FB LunarCity.space

TW/IG @M9social

TW @LunarCity_space

#LunarCity

@LunarCity

RASSEGNA STAMPA

TG1 RAI | 20 dic 2019
Lunar City, viaggio tra i misteri dello Spazio. Rivivere le emozioni dei veri astronauti. Si può fare a Lunar City, la mostra interattiva aperta a Mestre. L’inviata Francesca Biancacci

Yahoo! Finance | Adnkronos | 20 dic 2019
L’iniziativa si presenta come un viaggio alla scoperta dei misteri e delle curiosità della Luna e dell’intero sistema solare… Vedi tutto.

Artribune | 20 dic 2019
Lunar City: i 50 anni dallo sbarco sulla Luna in mostra al Museo M9 di Mestre… Vedi tutto.

MYmovies.it | 5 dic 2019
Lunar City il film, nelle sale dal 17 al 19 febbraio. Le sfide presenti e future, le tecnologie più avanzate e l’impegno di uomini e mezzi che porteranno il genere umano a ritornare sulla Luna…. Vedi tutto.

Archivio Rassegna stampa | 20 dic 2019
Raccolta PDF di articoli da stampa locale e nazionale. Download. (2MB)

Vivi l’esperienza

LUNAR CITY

Lunar City non è solo una rievocazione del passato, è un’esperienza immersiva da vivere.

Consenso esplicito

4 + 13 =

Resta in contatto

® Lunar City è un marchio registrato da Alessandra Bonavina

© Alessandra Bonavina – P.Iva 110476631004

Immagini e video sono cortesemente forniti dagli archivi NASA, ESA, ASI, INAF, TALES ALENIA SPACE, ALTEC E NEXT ONE FILM GROUP